Il CIO di Guggenheim dice che Bitcoin potrebbe raggiungere i 600.000 dollari

Il CIO di Guggenheim Scott Minerd si aspetta che le criptovalute diventino più importanti nell’economia globale.

Scott Minerd, chief investment officer (CIO) di Guggenheim Partners, ha previsto che il Bitcoin potrebbe salire fino a 600.000 dollari nella sua intervista del 2 febbraio con Julia Chatterley della CNN:

Abbiamo fatto un sacco di ricerca fondamentale, e se si considera l’offerta di Bitcoin rispetto, diciamo, all’offerta di oro nel mondo, e qual è il valore totale, se Bitcoin dovesse andare a questo tipo di numeri, si parlerebbe di $ 400.000 a $ 600.000 per Bitcoin.

Mentre Minerd non è convinto che la più grande criptovaluta potrebbe alla fine colpire il suddetto obiettivo, crede che abbia „un sacco di spazio per correre“.

Una correzione del 50% è ancora sul tavolo

Guggenheim ha depositato presso la Securities and Exchange Commission per investire in Bitcoin tramite il crypto asset manager Grayscale già a novembre. Come riportato da U.Today, il suo deposito è entrato in vigore il 31 gennaio, il che significa che l’azienda può finalmente ottenere l’esposizione al nuovo asset.

Minerd dice che il Bitcoin è stato sul radar di Guggenheim per quasi un decennio, ma il suo market cap non era abbastanza grande da „giustificare“ il denaro istituzionale.

Abbiamo guardato Bitcoin per quasi dieci anni, e la dimensione del mercato non era abbastanza grande da giustificare il denaro istituzionale. Quando la dimensione totale del mercato di Bitcoin è diventata più grande, intorno ai 10.000 dollari, ha iniziato a sembrare molto interessante.

Tuttavia, Minerd continua a sostenere la sua precedente affermazione che il supporto istituzionale non è abbastanza forte per il Bitcoin per tenere sopra il suo attuale livello di prezzo. Al momento della stampa, è scambiato a 36.686 dollari sullo scambio Bitstamp.

Secondo il dirigente di Guggenheim, il rally del Bitcoin è diventato troppo caldo, e ancora „non sarebbe sorpreso“ di vedere una correzione del 50%:

Quando si considera che nel corso di un mese siamo passati da 20.000 a 40.000 dollari sul Bitcoin, questa è la massima speculazione a breve termine.

Bitcoin e l’economia globale

Parlando di Elon Musk che recentemente è uscito come sostenitore del Bitcoin, Minerd ha opinato che le criptovalute potrebbero diventare „sempre più importanti“ per l’economia mondiale.

Le criptovalute sono entrate nel regno della rispettabilità e continueranno a diventare sempre più importanti nell’economia globale.

Ieri, la co-fondatrice di Ark Invest, Cathie Wood, ha definito Bitcoin „un’idea molto più grande“ di Apple e Amazon.